Di timthumbpassaggio dal Trentino mi sono fermato da un produttore più unico che raro. Un personaggio che vive in simbiosi con il suo territorio. Alleva e cura i vitigni autoctoni, grazie ad una esperienza e una sperimentazione continua. Il risultato sono i vini che hanno solo un nome: Eugenio Rosi.

Il territorio è la Vallagarina che separa le Prealpi Bresciane da quelle Venete, precisamente a Volano dove le uve coltivate sono marzemino, nosiola, chardonnay, pinot bianco, cabernet e merlot. Eugenio sceglie e spacca il legno di ciliegio e castagno che affina per quattro anni in alta montagna che successivamente  lo trasformano in botti uniche per lui.

Anisios è il suo vino bianco che unisce chardonnay, nosiola e pinot bianco con un leggera macerazione e passaggio in legno.

images

 

 

 

 

Riflesso Rosi è un rosato molto carico, estremamente fruttato e semplice da bere, interessante il governo alla toscana utilizzata per togliere colore al vino,  suggellato con un tappo a corona.

eugenio-rosi-artigiano-del-vino-in-trentino-L-9hdkGC

 

 

 

 

 Poiema è il suo marzemino    un assemblaggio di più passaggi in vigna, utilizzando una parte di uve appassite, di nuovo un governo alla toscana…che esprime al meglio questo grande vino

eugenio-rosi-viticultore-artigiano-L-OVsqEe

 

 

 

 

 

  Esegesi è il vino più famoso, ottenuto da uve Cabernet e Merlot, portate a una leggera sovramaturazione

Unknown

 

 

 

 

timthumb

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per avere dati statistici sui visitatori. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close